SEZIONI NOTIZIE

Catania, col Cagliari buon test finito 1-1

di redazione Tutto Catania News
Vedi letture
Foto

Il Cagliari chiude il lungo ciclo delle amichevoli precampionato con un pareggio, 1-1, contro il Catania allo stadio “Massimino”. Una partita che è servita soprattutto a far fare minutaggio a diversi elementi della rosa e a sperimentare nuove soluzioni di gioco. Il pari alla fine è un risultato giusto, fortemente voluto da un Cagliari che, andato sotto dopo meno di dieci minuti, ha attaccato senza sosta alla ricerca del gol e l’ha trovato nel finale grazie ad un guizzo di Joao Pedro: per il brasiliano, tre è la terza rete in altrettante partite. Il Catania ha giocato anche bene sfiorando la vittoria ma la squadra di Camplone può ritenersi soddisfatta.

IL PRIMO TEMPO
Grande accoglienza dalle tribune per Rolando Maran, ex di lusso della partita. Sotto la guida del tecnico trentino, nel 2012-13 il Catania conobbe la migliore stagione della sua storia in Serie A, arrivando all’ottavo posto con 56 punti all’attivo.

Rispetto alla partita di mercoledì a Istanbul, sono ben nove i cambi nella formazione iniziale. Unici superstiti, Fabrizio Cacciatore e Radja Nainggolan; il belga però si sistema nella posizione di trequartista. Il Catania di Camplone si schiera con un classico 4-3-3.

Cagliari subito al tiro al 3′ con un sinistro dal limite di Cerri, forte ma centrale, respinge il portiere Furlan.

Al 9′ Catania in vantaggio: Curiale è astuto ad inserirsi su un retropassaggio di Pisacane, salta Rafael in uscita allargandosi sulla destra, facile il tocco a porta vuota.

Reazione rossoblù al 12′: perfetto lancio di Oliva dalla linea mediana a pescare Cerri all’interno dell’area, il centravanti stoppa col petto e si libera per la botta mancina, grande risposta di Furlan che manda la palla a lambire il montante. Sugli sviluppi del corner, Cerri è forse trattenuto da un difensore catanese, tutto regolare per il direttore di gara.

Al quarto d’ora botta di Nainggolan dai venticinque metri, pallone che si perde alto.

Poco prima della mezz’ora è Rafael a venire chiamato in causa da un tiro di Dall’Oglio dal limite dell’area.

Il Cagliari fa la partita, pur senza trovare molti sbocchi. La squadra di Maran deve guardarrsi dalle continue, veloci folate in ripartenza dei padroni di casa. Come al 36′, quando è bravissimo Pisacane a chiudere su Di Molfetta, lanciato a rete in una situazione di due contro due.

Quindi un tiro di Cerri, pescato da un lancio verticale, è rimpallato da un difensore.

Primo cambio della gara al 37′: Brodic sostituisce Di Molfetta.

Al 43′ Cerri porta palla e apre sulla destra per Cacciatore, che rientra sul sinistro e crossa in mezzo. Trraiettoria perfetta sulla testa di Han, la deviazione aerea del nord coreano sfiora il palo alla sinistra del portiere.

Il primo tempo si chiude con due corner per il Cagliari battuti da sinistra da Cigarini. Sul secondo, il tiro da fuori di Oliva è intercettato da un difensore.

LA RIPRESA
Dopo l’intervallo, Walukiewicz rileva Mattiello e Birsa entra al posto di Han. La difesa rimane a quattro, il giovane polacco fa l’esterno basso di destra con Cacciatore sull’altro versante, lo sloveno agisce da seconda punta al fianco di Cerri. Dall’altra parte, Camplone opera ben otto sostituzioni.

Subito rossoblù pericolosi al 48′: angolo a giro di Birsa dalla destra, palla sporcata da una deviazione, Walukiewicz tocca con la coscia, mandando alto sopra la traversa.

Al 56′ tiro di Mazzarani, Rafael neutralizza in due tempi.

Cagliari sfortunato al 63’: punizione da zona centrale, Cigarini mette in area per Romagna che fa da sponda. Cerri prolunga, la palla arriva a Deiola che defilato sulla sinistra calcia di sinistro e colpisce la parte alta della traversa.

Al 64′ Oliva calcia di destro, Furlan para in due tempi.

Al 71′ triplice cambio operato da Maran: Lykogiannis, Pavoletti e Rog per Cacciatore, Nainggolan e Cigarini.

Catania vicino al raddoppio al 77′: cross di Liguori da destra, tentativo in sforbiciata di Di Piazza. Rafael non si fa sorprendere e devia in angolo.

Altre tre sostituzioni nel Cagliari un minuto dopo: Ionita, Joao Pedro e Pinna prendono il posto di Deiola, Cerri e Pisacane. Con l’ingresso dell’ex Olbia, Walukiewicz passa al centro.

All’84’ Rog recupera palla sulla trequarti, scambia con Pavoletti e mette in mezzo per Ionita: il moldavo prima cerca spazio per il destro, poi tira con l’altro piede, il pallone finisce alto. Ancora Ionita ci prova da fuori area poco dopo, Furlan respinge.

All’87’ ecco il pareggio: Pavoletti con il petto appoggia a Birsa, stupendo lancio dalla trequarti a pescare Joao Pedro, che arriva davanti a Furlan e lo supera con un preciso pallonetto.

Passa un minuto e Ionita cerca nuovamente la via del gol, senza fortuna. Quindi è Pinna a chiudere bene su un contropiede catanese imbastito da Di Piazza.

I 4′ di recupero scadono senza ulteriori emozioni. Maran esce dal campo lungamente applaudito dai suoi vecchi tifosi. I rossoblù si alleneranno anche domani mattina a Catania per fare rientro a Cagliari nel pomeriggio.

CATANIA: Furlan, Pinto (46′ Marchese), Calapai (46′ Biondi), Bucolo (58′ Llama), Silvestri (46′ Noce), Esposito (46′ Saporetti), Dall’Oglio (46′ Mazzarani), Welbeck (64′ Lodi), Di Molfetta (37′ Brodic, 64′ Liguori), Catania (46′ Di Stefano. 74′ Rossetti), Curiale (46′ Di Piazza) – All.: Camplone.

CAGLIARI: Rafael, Cacciatore (71′ Lykogiannis), Pisacane (78′ Pinna), Romagna, Mattiello (46′ Walukiewicz), Deiola (78′ Ionita) , Cigarini (71′ Rog), Oliva, Nainggolan (71′ Pavoletti), Cerri (78′ Joao Pedro), Han (46′ Birsa) – All.: Maran.

ARBITRO: Rutella di Enna.

RETI: 9′ Curiale, 87′ Joao Pedro.